Corpus Domini 2019: Festa del Santissimo Corpo e Sangue di Gesù

 

Redazione (Sabato, 02-03-2019, Gaudium Press)

Corpus Domini: 23 giugno 2019

Il Corpus Domini o festa del Corpo di Gesù, è una festa di precetto che conclude il periodo pasquale, omaggiando così, la Santa Eucarestia, il Corpo e Sangue di Gesù importantissimo per la fede cattolica.

Proprio per la sua importanza, il Corpus Domini, richiama in qualche modo la messa del Giovedì Santo. La data del Corpus Domini è sempre mobile, proprio perché è legata a quella della Pasqua. Quest'anno 2019, infatti si festeggerà domenica 23 giugno. La data del Corpus Domini viene calcolata in base alla Pentecoste e, secondo tradizione, dovrebbe cadere il giovedì della seconda settimana dopo la Pentecoste, ma in Italia la festa è stata spostata alla domenica seguente a partire dal 1977, affinché non interferisse con il calendario civile.

Fino a qualche anno fa, il Corpus Domini, anche a Roma veniva festeggiato il giovedì santo, con la liturgia e la processione guidata dal Papa, ma nel 2017 Papa Francesco ha deciso di spostare tutto alla domenica.

Significato del Corpus Domini e diffusione della festa

Come già detto prima il Corpus Domini in qualche modo, richiama la messa del Giovedì Santo, quando Gesù istituì la Santa Eucarestia e diede a mangiare il Suo Corpo e a bere il Suo Sangue agli apostoli durante l'ultima cena.

Il Corpus Domini ha origini lontane e nonostante Roma sia il centro della cristianità, nel caso di questa liturgia, i suoi inizi furono a Liegi in Belgio, verso la metà del 1200.

Era il 1208 quando la Beata Giuliana di Retine ebbe una visione mediante la quale, Dio le fece capire che mancava una festa interamente dedicata alla Santa Eucarestia.

Giuliana così, si confidò col suo padre spirituale, Giovanni di Lausanne, il quale si recò dal Vescovo per avere l'approvazione ufficiale ed istituire il festeggiamento. L'approvazione ufficiale arrivò nel 1246 ma inizialmente riguardava soltanto l'area di Liegi.

Anni dopo, esattamente nel 1263, a Bolsena avvenne un importante miracolo eucaristico: un sacerdote boemo, Pietro da Praga, fu assalito del dubbio della presenza reale di Cristo nell'ostia, proprio spezzando l'eucarestia in quel momento, fuori uscirono da essa, delle gocce di sangue.

All'epoca la Chiesa era sotto il pontificato di Urbano IV, che era stato confidente della beata Giuliana, così venuto a sapere del prodigio, decise di estendere la festività del Corpus Domini, per tutta la comunità cristiana.

Nel 1264 venne invece emanata la bolla papale Transiturus che stabiliva il Corpus Domini come una festa di precetto.

Processioni 2019

La prima processione del Corpus Domini avvenne nel 1263, quando il Papa che risiedeva all'epoca ad Orvieto, decise di sfilare in processione, il 19 giugno, con il lino macchiato del sangue dell'ostia spezzata dal sacerdote boemo.

Il 23 giugno 2019, Papa Francesco guiderà la processione a partire da Santa Maria Maggiore nel quartiere San Giovanni. La messa inizierà alle ore 18:00. (Rita Sberna)