Dio ci accompagna anche nelle scelte sbagliate

 

Redazione (Mercoledì, 27-02-2019, Gaudium Press) Dobbiamo subito partire dal presupposto che "Dio non ci obbliga a fare nulla", grazie al libero arbitrio ci ha lasciati liberi di scegliere ma la cosa straordinaria è che Lui nelle scelte sbagliate ci accompagna e ci sostiene fino al raggiungimento del bene e fino al nostro ravvedimento.

Pensiamo al grande progetto che Dio ha avuto con Maria. Le ha proposto di essere la Madre di Dio ma Lei (umile ancella) non era obbligata a rispondere sì a questa chiamata, era anche libera di rifiutare questo disegno di Dio nella sua vita.

4.jpg

Questo ci dimostra che noi non siamo delle "marionette" nelle mani di Dio ma siamo delle anime libere di rispondere anche negativamente ai suoi disegni e non per questo (o almeno non sempre) significa che siamo "disobbedienti" perché Dio essendo Dio, è capace di riscrivere la storia cambiando i soggetti.

Capita per esempio di sposarsi con una persona che Dio non aveva pensato per noi, non per questo vuol dire che siamo in peccato, il Padre Eterno ci accompagna in questo cammino anche se diverso da quello che Lui aveva pensato per noi, oppure anche nel caso di un anima chiamata alla vita sacerdotale o religiosa, se quell'anima decide di sposarsi non significa che vive in uno stato di peccato, Dio ci accompagna sempre nelle nostre scelte anche se diverse dai suoi disegni.

E' come un genitore che ha pensato che il figlio sia chiamato a praticare lo sport del calcio però poi il figlio stesso si rende conto che è più portato per il basket, non sta facendo un torto a suo padre ma semplicemente sta seguendo un altro sport diverso da quello che era stato pensato per lui.

C'è da dire però che nella vita serve molta fede e spirito di affidamento per capire bene i disegni di Dio per noi, in questo non ci può che aiutare la Madonna, tutti i giovani che sono in discernimento vocazionale devono affidarsi a Maria perché Lei nel suo silenzio ha capito quale fosse realmente la scelta da fare e come abbracciare questo disegno di Dio (straordinario e grande) nella sua vita.

Quando si è pieni di Dio è più facile riconoscere nel cuore la Sua voce, ma quando si vive immersi nel caos del mondo, spesso ci si perde dietro a voci false e illusorie e lì, diventa più complicato leggere dentro se stessi, i disegni e i progetti di Dio.

Allora bisogna invocare l'aiuto della Madre, Lei tabernacolo vivente ci indicherà la strada che Dio ha pensato di tracciare per noi ma sta sempre a noi rispondere Si oppure No alla Sua chiamata e al Suo progetto. (Rita Sberna)